Categoria: Comunicazioni

David di Donatello 2018

Come sapete 2 sere fa sono andati in scena i David, di fatto gli Oscar del cinema italiano. Come miglior film italiano dell’anno ha vinto “Ammore e malavita” dei Manetti Bros, un bel film e originale, in stile simil-musical in salsa partenopea (originale OK, ma in parte discendente di “La La Land”).

Sui commenti alla recensione su questo blog de “La forma dell’acqua”, film che ha vinto l’Osar (quello vero), sta prendendo piede un mini-dibattito sul fatto se sia stato meritato o meno (stanno prevalendo i SI); e invece di questo premio a livello nazionale che ne pensate?

 

Una lettera dal Corriere

Oggi sul Corriere della Sera, nella sezione / pagina lettere “Lo dico al Corriere”, e’ stata pubblicata una bellissima lettera su argomento cinema, scritta dalla lettrice Vittoria Paolini. Questo blog condivide in pieno e si congratula con l’autrice, sperando che anche lei diventi una lettrice di questo blog. Questa e’ la lettera, il cui titolo e’ “Andare al cinema al tempo dei cellulari”.

*********************************

Mi è sempre piaciuto molto andare al cinema, ma ultimamente è divenuto un piacere maggiore e mi chiedevo perché. Credo che questa nuova magia derivi dal fatto che ormai è rimasto uno dei pochi luoghi dove non ci sono cellulari accesi. Resta ancora un luogo dove riusciamo a staccare i contatti con la realtà e sogniamo. Riusciamo a godere dell’atmosfera surreale, quando le luci si spengono e sprofondiamo nelle poltrone, quando rimaniamo incantati dalle immagini e dai suoni e ci affezioniamo a un personaggio, assegnandogli un odore che in realtà è il profumo emanato da un nostro vicino. In quest’era dell’immediatezza, dell’apparenza, dei «like», in cui si fanno e si mangiano cose per fotografarle, il cinema resta un oasi felice, dove si va per godere di una cosa fine a se stessa e non per pubblicarla sui social. La mia paura è che una cosa ormai così rara sia destinata a scomparire: tutti siamo troppo abituati al rumore, alla connessione, alla continua reperibilità, ai commenti, scena per scena della nostra vita. Voglio comunque continuare a credere nella bellezza del cinema e a sperare che a vincere sarà il silenzio, la lentezza e il buio.
Vittoria Paolini

Il triplete del weekend 12-14 gennaio 2018

Cosa vedere al cinema in questo primo fine settimana, dopo le feste, del 2018? Ecco i consigli de “La decima musa” per questo weekend.

1) “Bendetta follia” di Carlo Verdone

2) “Tutti i soldi del mondo” di Ridley Scott

3) “Napoli velata” di Ferzan Ozpetek

Se qualcuno li vuole mettere in ordine di preferenza, dal piu’ bello in giu’, facciamo questa mini-classifica.

 

Torino Film Festival

Ieri venerdì 24 è cominciato il Torino Film Festival (TFF, stessa “targa” del Taormina Film Fest). Dicono sia il migliore festival del cinema che si svolge in Italia, meno glamour e red carpet e più contenuti, in altre parole più sostanza e meno polpette. Se qualche appassionato si trova lì per vacanza, lavoro o diletto, e se vuole mandarci recensioni, notizie, info in anteprima e quant’altro, saremo curiosi di leggere.

Cinefili del mondo, unitevi !

Su questo blog chiunque è benvenuto. Ma soprattutto lo è chi ama il cinema, chi va fisicamente al cinema e non si limita a scaricare file dal computer, chi commenta cinema, chi legge cinema, chi guarda cinema in TV. Chi sa che il triangolo Berlino-Cannes-Venezia non è un casuale pacchetto di tour operator ma un itinerario di vacanze a singhiozzo, da fare in febbraio, maggio, settembre. Con integrazione di weekend lunghi a Taormina, Roma, Torino….